BIO

hiclipart_edited.png
hiclipart.com.png

Pietro non è soltanto tecnicamente preparatissimo, ma anche un musicista di un‘espressività poetica e raffinata, capace di far cantare il suo strumento e di seguire il pensiero musicale del compositore con immaginazione e empatia

DARIO MARIANELLI (Premio Oscar)

Pietro Roffi svolge un'intensa attività concertistica, che lo ha portato ad esibirsi, come solista, in formazioni da camera e con orchestre sinfoniche, in centinaia di concerti nei cinque continenti, con un repertorio che spazia dalla classica al tango, dalle sue composizioni alla musica da film.

In occasione del novantesimo compleanno di Ennio Morricone, ha debuttato come solista con l'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia diretta da Carlo Rizzari, all'Auditorium Parco della Musica di Roma, interpretando una nuova composizione scritta dal premio Oscar Dario Marianelli per questa speciale occasione.

Tra i concerti della prossima stagione figurano il debutto con l'Orquestra Sinfônica Brasileira a Rio de Janeiro (Brasile), con la Bohuslav Martinu Philharmonic Orchestra a Zlin (Repubblica Ceca), l'AASSM Symphony Orchestra a Izmir, la CRR Youth String Chamber Orchestra a Istanbul e la Bursa District State Symphony Orchestra a Bursa (Turchia) e con la Orquesta Sinfónica Nacional a Santiago (Cile).

Si è esibito in prestigiose stagioni e teatri in Europa e nel mondo, fra cui in Germania (Die Glocke a Brema, dove ha eseguito il concerto “Fairy Tales” per fisarmonica e orchestra di V. Trojan con la Internationalen Jugendsinfonieorchesters), in Romania (Romanian Athenaeum a Bucarest, con l’Orchestra Giovanile Nazionale diretta da Gabriel Bebeselea), in Lituania, in Inghilterra (Royal Academy of Music di Londra, Cattedrale di Peterborough), in Argentina (con una tournée sold-out in tredici città), a Malta (Bir Miftuh International Music Festival), in Cina (Pechino, Tianjing, Shenzhen e presso la Nanjing University of Arts), in Australia (a Melbourne e per il Woodend Winter Arts Festival nel Victoria State), in Brasile (a Rio de Janeiro, presso la Sala Italia e il Museu Nacional de Belas Artes), in Francia, Spagna, Croazia e Norvegia. Si è inoltre esibito in Italia, tra l'altro, per la IUC Concerti alla Sapienza, l’Unione Musicale di Torino, il Mantova Chamber Music Festival, Nuova Consonanza, al Narnia Festival, al Teatro Vittorio Emanuele di Messina. Nel 2022 ha debuttato con l’Odeion String Quartet in Sudafrica, esibendosi nei teatri di alcune delle principali città del paese (Sasolburg, Welkom, Bloemfontein, Johannesburg e Pretoria) con un suo inedito arrangiamento delle Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi per fisarmonica e quartetto d’archi.


A settembre del 2021, ha debuttato con il "Goldberg Rework" - da lui stesso composto - in duo con la fisarmonicista  lettone Ksenija Sidorova. In occasione del centenario della nascita di Astor Piazzolla, nel 2021, ha portato in tournée in Italia il progetto “Tutto Tango #piazzolla100” in duo con il pianista Alessandro Stella.

 

Nel 2017 si esibisce nella Suite da concerto dalle musiche per il film "Anna Karenina" composta da Dario Marianelli con la Roma Tre Orchestra, a Roma e Pordenone, sotto la direzione di Luciano Acocella; nell'occasione conosce il compositore premio Oscar che, nel novembre dello stesso anno, lo chiama a registrare la colonna sonora del film "Nome di donna" diretto dal regista Marco Tullio Giordana. Ha, inoltre, recentemente inciso la colonna sonora di "Pinocchio" (di Matteo Garrone, con Roberto Benigni) scritta da Dario Marianelli, candidata ai Premi David di Donatello.

 

Ha registrato e coprodotto insieme ai Mokadelic le musiche per la serie TV francese "La Garçonne” (France2).

A settembre del 2019 Pietro ha pubblicato "1999", il suo primo album da solista di composizioni originali per fisarmonica ed elettronica, per l'etichetta INRI Classic. L’album ha vinto l'Orpheus Award 2021 come "Miglior Disco" italiano di fisarmonica del 2019/20.

 

Con il pianista Alessandro Stella ha pubblicato, nel 2018, l'EP "Tutto Tango | Live in Rome" e, nel 2021, "La vie en blanc”, lavoro monografico su Erik Satie, per l'etichetta Extended Place.

 

La sua musica viene regolarmente trasmessa dalla maggiori emittenti radiofoniche europee (BBC 3, WDR 3, Klassik Radio, Deutschlandfunk Kultur, NPO, Rás 1, Antena 2 Portugal, DR P2, Radio France) ed eseguita in importanti sale da concerto. Recentemente alcune sue composizioni per fisarmonica e quintetto d'archi sono state eseguite al Concertgebouw di Amsterdam. Il suo "Nocturne" per fisarmonica e quintetto d'archi è incluso nell'album “Piazzolla Reflections" di Ksenija Sidorova uscito nel 2021 per l'etichetta Alpha Classics.

 

Ha tenuto master-classes come docente nella National University of Music di Bucarest, registrato concerti live per TV e radio nazionali in Cina, Romania e Italia e viene annualmente invitato a rappresentare l'Italia da Ambasciate e Istituti Italiani di Cultura in tutto il mondo.

 

Nel 2010 ha vinto il Primo Premio al Concorso Internazionale di Castelfidardo (cat. musica leggera).

 

Ha studiato al Conservatorio Santa Cecilia di Roma sotto la guida di Massimiliano Pitocco, laureandosi con lode e menzione d’onore. Ha frequentato seminari con pionieri dello strumento come O. Murray (Regno Unito), C. Jacomucci (Italia), Y. Shishkin (Russia), F. Angelis (Francia), M. Rantanen (Finlandia), S. Hussong (Germania), C. X. Qing (Cina), R. Sviackevicius (Lituania), I. Alberi (Spain), A. Melichar (Austria).

 

Pietro Roffi suona una Scandalli Extreme, costruita a Castelfidardo.